cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Disturbi del sonno

Quando il bambino non riesce a dormire

Disturbi del sonno
Disturbi del sonno

Disturbi del sonno

Per alcuni neonati l’organizzazione del sonno non è regolare ed è fatta di pisolini brevi, risvegli frequenti e dalla tendenza a dormire più di giorno che di notte. In questi casi è importante educare alla nanna così da modificare pian piano i ritmi del bambino e condurlo ad acquisire un ritmo sonno veglia più equilibrato. Prima di pensare che il neonato abbia disturbi del sonno bisogna controllare che non abbia reali necessità che lo portano a svegliarsi e piangere: fame, sete, caldo, freddo, coliche, pannolino bagnato, dolori.

Cosa fare:

È importante, innanzitutto, stabilire degli orari per i pisolini e la nanna così che il bambino crei l’abitudine al sonno. I bambini piccoli fanno solitamente due pisolini piccoli durante il giorno: uno a metà mattina ed uno a metà pomeriggio e vanno a dormire verso le 20.30/21.00 la sera.

Per facilitare il sonno è opportuno creare una sorta di rituali:

  • Predisporre tutto per il riposo: abbassare le luci, evitare suoni e rumori, parlare a voce bassa, evitare di eccitarlo con giochi e televisione.
  • Mettergli il pigiama e dargli un oggetto che può portare a letto: orsacchiotto di pezza, bambola.
  • Cantare ninna nanne, far ascoltare musica molto rilassante o raccontare una fiaba prima di metterlo nel lettino.
  • Se il bambino prende il ciuccio glielo si può dare al momento di dormire.
  • Cercare di far addormentare il bambino nella culla per far sì che l’associ al sonno.
  • Fargli il bagnetto di sera per aiutarlo a rilassarsi.
  • Augurargli la buonanotte prima di metterlo nella culla.
  • Se il bambino, non appena viene messo nella culla incomincia a piangere, aspettare un po’ prima di prenderlo per vedere se riesce a calmarsi da solo ed addormentarsi.
  • Possono essere utili tisane come camomilla o al finocchietto, possibilmente con poco zucchero.
  • Cercare in tutti i modi di evitare di interrompere il sonno con rumori improvvisi: citofono, campanello, telefono e telefonini, televisore a volume alto, parlare ad alta voce, fare rumore con le stoviglie.

Ricordiamo infine che la miglior arma contro i disturbi del sonno è sicuramente il rispetto delle consuetudini. Un bambino che ritualmente fa il pisolino tutti i giorni mattina e sera, avrà maggiori possibilità di dormire rispetto a chi non ha delle abitudini regolari.

Posted by

  • GENITORI PRIMI PASSI

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *