cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Disturbo Oppositivo Provocatorio

Disturbo Oppositivo Provocatorio
Strategie

Disturbo oppositivo provocatorio strategie
Disturbo oppositivo provocatorio strategie

 

 

Disturbo oppositivo provocatorio 

Che cos’è? Come affrontarlo? Quali strategie?

 

 

 

 

 

 

Tra i principali disturbi comportamentali risulta oggi sempre più frequente quello Oppositivo-Provocatorio.

I bambini con questo disturbo presentano i seguenti sintomi:

  1. Provocazioni e sfide continue agli adulti
  2. Irritabilità e collere frequenti
  3. Inosservanza delle regole
  4. Ostilità
  5. Irresponsabilità
  6. Conflitti, discussioni e vendette
  7. Difficoltà di adattamento
  8. Difficoltà di relazione

Tale sintomatologia si manifesta solitamente tra i 3 ed i 7 anni, ed è più frequente nei bambini di sesso maschile.

I comportamenti problematici rendono difficile la gestione dei bambini da parte dei genitori e degli insegnanti e risultano condizionare e destabilizzare l’ambiente familiare e quello della classe.

Il trattamento consigliato per il bambino che manifesta questo disturbo è di tipo cognitivo-comportamentale, questo per aiutarlo a controllare e gestire le il proprio comportamento.

Mentre è auspicabile un supporto pedagogico per genitori ed insegnanti che mira a fornire loro le linee educative atte a sradicare i comportamenti negativi e a stabilire una corretta relazione con gli altri. 

In breve riportiamo delle sintetiche linee guida per un primo approccio da attuare:

 

  1. Stabilire regole e mettere dei limiti ed assicurarsi che vengano rispettati
  2. Essere coerenti e fermi. Comportamenti insicuri e contraddittori rafforzano i comportamenti negativi
  3. Non soddisfare mai i capricci
  4. Bloccare e contenere le crisi di rabbia
  5. Responsabilizzare il bambino
  6. Educare al rispetto delle persone e degli oggetti
  7. Punire i comportamenti negativi e lodare quelli positivi  (assolutamente NO punizioni severe, corporali, irreparabili e di lunga durata).
  8. La migliore punizione spesso risulta essere la delusione, ma perché la delusione abbia effetto c’è bisogno che il bambino percepisca amore
  9. Amare, amare, amare il bambino e dovete farglielo capire con tutti i mezzi.

 

 

 

 

 

 

 

 



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *