cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Bullismo soluzioni |Invertire la logica dell’intervento


Bullismo soluzioni |Invertire la logica dell’intervento

Bullismo soluzioni Invertire la logica dell'intervento

Bullismo soluzioni
Bullismo soluzioni

 

Troppo spesso si ha un concetto sbagliato del bullismo, questo comporta conseguenze gravi per la vittima.  L'errore più comune è quello di invertire la logica dell’intervento.

-

Cioè: quando, per fronteggiare il bullismo, viene proposta la psicoterapia per la vittima abbiamo invertito la logica dell’intervento.

 

Posted by

Sindrome di Aarskog

Sindrome di Aarskog
Sindrome di Aarskog Sinonimi: DISPLASIA FACIOGENITALE - SINDROME FACIODIGITOGENITALE Storia: Descritta la prima volta da nel 1970 da Dagfinn Aarskog, Pediatra norvegese. Incidenza: Malattia molto rara, sembrerebbe che ci siano solo100 casi in tutto il mondo. Genetiche: Causata dalla mutazione nel gene FGD1 (displasia facio-genitale tipo 1) che mappa su Xp11.21.

Posted by

Schisi palato molle

Schisi palato molle Labio-palatoschisi

Schisi palato molle
Schisi palato molle
  Schisi palato molle Quando alla nascita di vostro figlio gli viene diagnosticata la schisi del palato molle sappiate che, in genere, basta un solo intervento. In Italia ci sono pochi ospedali che trattano la patologia della Labiopalatoschisi. Quindi soprattutto per chi è del meridione la scelta risulta essere più difficile.

Posted by

Genitori e figli | Genitori in disaccordo

Genitori e figli | Genitori in disaccordo Genitori e figli | Genitori in disaccordo

genitori e figli
genitori e figli
Non contraddire mai l'altro genitore in presenza del bambino. Spesso l'intervento educativo che un genitore sta attuando può essere visto come sbagliato dall'altro genitore. Questo è normale, ma la critica deve essere fatta in un secondo momento, quando il bambino non è presente.

Posted by

Stimolazione precoce

L’importanza della stimolazione precoce prenatale

Perchè è importante iniziare a stimolare il bambino quando è ancora nella pancia? Molti, erroneamente, ritengono una sciocchezza stimolare il feto, pediatri compresi. Fino a qualche decennio fa il neonato era considerato un essere amorfo e isolato, incapace di vedere, sentire ed apprendere. Questa teoria era sostenuta dall’osservazione che a differenza dei cuccioli delle altre specie che grazie all’istinto sono autonomi dalla nascita, il cucciolo d’uomo dipende totalmente dall’adulto per un periodo abbastanza lungo. Ma quello che sembrerebbe un limite della specie umana è, in realtà, ciò che la rende più adattabile all’ambiente e quindi più evoluta.

Posted by