cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Quando il bambino fa i capricci

Quando il bambino fa i capricci

Quando il bambino fa i capricci

Capricci
Capricci

Se vostro figlio fa i capricci in un supermercato, in casa di conoscenti,  al parco, la cosa più inutile che potete fare è quella di mettervi a ragionare con lui:

un bambino che fa i capricci non ragiona, soprattutto se è abituato a vincere.

 

Quante volte sentiamo mamme che discutono con i figli:

  • Quel giocattolo costa troppo.
  • Mamma non ha i soldini.
  • Te ne compro un altro meno costoso.
  • Ne hai già tanti.

 oppure:

  • Non giocare con il carrello si rompe.
  • Poi la zia piange e si arrabbia.
  • Dai se fai il bravo ti do una caramella etc. etc.!

Ma questa, che risulta essere la linea educativa maggiormente utilizzata dai genitori, è in realtà la meno efficace.

Quando si ragiona con un bambino che fa capricci si finisce solo con il perdere tempo e alla fine stanchi dei suoi capricci si finirà con il cedere con al solita affermazione: questa è l’ultima volta, ma la prossima…! Mentre nei casi peggiori il bambino riceverà una sberla.

Ragionare con il bambino è importantissimo, ma bisogna farlo nei momenti giusti e uno dei momenti più sbagliati è mentre fa i capricci.

Non lasciatevi convincere da pianti, urla, aggressività, e se la situazione diventa insostenibile uscite e aspettate che si calmi.

Quando si sarà calmato potete incominciare a parlare con lui, lo potrete abbracciare, coccolare, spiegargli che quel comportamento è sbagliato e soprattutto che avendo quell’atteggiamento non otterrà niente. In questo caso avrete raggiunto due obiettivi:

  • I capricci non hanno preso il sopravvento
  • Il bambino capirà che riceve più attenzioni quando si è calmato

È  importante ricordare che bisogna stare attenti nel momento in cui il bambino si è calmato e voi lo state coccolando: lui percepirà che avete abbassato la guardia e potrebbe ritornare alla carica, magari con tono dolce, non lasciatevi corrompere, e restate coerenti, a costo di cominciare una nuova battaglia.

Inoltre dovrete essere preparati al fatto che quando deciderete di non accettare i suoi capricci, soprattutto con i bambini abituati a vincere, dovrete affrontare una dura lotta. La cosa positiva è che se sarete fermi e coerenti la lotta dura poco. Una volta che il bambino capirà che con i capricci non ottiene quello che vuole, smetterà di farli. 

Posted by

  • EDUCARE I FIGLI

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *