cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Ritorno a scuola dopo le vacanze estive

Ritorno a scuola dopo le vacanze estive
Piccoli accorgimenti per il ritorno a scuola

Ritorno a scuola dopo le vacanze
Ritorno a scuola dopo le vacanze


Arriva settembre e i bambini  tornano a scuola. Ma come affrontare lo stress, l’ansia e la scarsa voglia di tornare scuola di molti bambini?

Adottare alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare a rendere meno traumatico il ritorno in classe. 

 

 

Un momento che viene vissuto in maniera diversa da bambino a bambino è il ritorno a scuola. Ma anche se alcuni bambini vivono con gioia il ritorno a scuola, per la maggior parte di loro settembre risulta essere il mese più brutto dell’anno. Cosa per altro abbastanza comprensibile dopo aver vissuto tre mesi ferie, dedicati al gioco, alle vacanze, agli orari liberi.

Ma che cosa possiamo fare per rendere questo momento meno traumatico?

La prima cosa sarebbe riuscire a trasmettere ai figli l’amore per la scuola, cosa non facile, soprattutto per quelli che vivono negativamente il rapporto con i compagni e gli insegnanti. Un trucco sarebbe quello di parlare spesso della scuola in senso positivo, invogliare il bambino a parlare dei compagni, farsi raccontare tutti gli episodi più belli avvenuti durante l’anno passato. Anche raccontare le proprie esperienze scolastiche, soprattutto facendo paragoni con quelle del bambino, può essere molto divertente.

Naturalmente è importante coinvolgere il bambino nelle spese del materiale: dallo zaino ai pastelli. Può risultare utile anche rivolgersi in cartolibrerie ben fornite in modo che il bambino possa avere una ampia scelta di materiale. Lo zaino, l’astuccio, i pastelli. Sicuramente ci saranno conflitti per la scelta delle marche, ma cercate di trovare il giusto compromesso tra prezzo, qualità e il desiderio del bambino. Con i quaderni la scelta può essere più facile,  potreste accettare di comprare un quaderno firmato per ogni materia, e poi quelli più economici per il resto dell’anno.

Qualche settimana prima dell’inizio sarebbe utile incominciare a ristabilire orari più moderati, per far abituare i bambini ai ritmi della scuola. Altra cosa importante potrebbe essere quella di invogliarlo a contattare i compagni di classe per riprendere le normali abitudini scolastiche.

Anche il libro delle vacanze, se utilizzato con intelligenza, potrebbe rivelarsi una risorsa.  Stabilite un’ora al giorno (possibilmente il pomeriggio che coinciderebbe con l’orario del normale svolgimento dei compiti). Sedete con il bambino, soprattutto i primi giorni, e cercate di rendere quel momento meno brutto. Promettetegli un piccolo compenso dopo aver svolto i compiti, compenso che andrà eliminato gradualmente.

Una volta cominciata la scuola cercate, soprattutto la prima settimana, di trascorrere molto tempo con il bambino facendovi raccontare le giornate scolastiche, e stabilite piccoli compensi come una gita nel fine settimana.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *