cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Spettatori del bullismo: I sostenitori

Spettatori del bullismo
I sostenitori

Bullismo sostenitori
Bullismo sostenitori


I sostenitori non partecipano direttamente alle prevaricazioni, ma danno sostegno morale al bullo: incitano, applaudono, fanno il tifo, prendono in giro e denigrano la vittima.

 

Da non confondere con i gregari, gli amici stretti del bullo che insieme a lui formano il branco.

 

I sostenitori sono altri elementi molto importanti negli episodi di bullismo. Si tratta di ragazzi che assistono alle prevaricazioni, senza partecipare attivamente alle prepotenze fisiche ma solo a quelle psicologiche, e lo fanno sostenendo il bullo: fanno il tifo per lui durante una lite, applaudono alle sue bravate e alle prepotenze contro la vittima, incitano alla prepotenze, sbeffeggiando la vittima.

La loro presenza durante gli episodi di bullismo risulta essere determinante perché con il loro atteggiamento incoraggiano in bullo alla violenza e ai comportamenti negativi. Un vero e proprio sostegno morale, e il bullo si sente come un pugile che tira pugni tra le incitazioni del suo pubblico.

L’appoggio dei sostenitori accresce l’autostima del bullo che si sente più forte e sicuro ma, soprattutto, autorizzato a continuare. Si trova al centro dell’attenzione, protagonista indiscusso, il ruolo che gli è più congeniale.

A differenza degli spettatori neutrali i sostenitori partecipano alle prevaricazioni, e anche se in modo passivo, il loro sostegno è fondamentale.

I sostenitori si suddividono in ragazzi amici del bullo/branco o ragazzi che cercano di entrare nelle loro grazie. Spesso, quando si tratta di sostenitori già amici del bullo, si tratta di soggetti che frequentano la stessa scuola ma in classi diverse, in genere condividono attività come partite di calcio o palestre o altri giochi. Può capitare che sono a loro volta bulli nel proprio ambiente. Si tratta comunque di soggetti con una buona autostima. Mentre tra coloro che vogliono entrare nelle grazie del bullo/branco in genere si tratta di ragazzi della stessa classe del bullo e con diverse caratteristiche caratteriali e di autostima.

Le motivazioni per cui i sostenitori incitano il bullo possono essere molteplici, tra le più importanti:

  • Antipatia per la vittima
  • Ricerca dell’approvazione del bullo
  • Coinvolgimento psicologico al branco
  • Legame di amicizia con il bullo

I sostenitori, avendo una parte marginale nelle prevaricazioni, non rischiano quasi mai una punizione, al massimo un rimprovero.

Anche laddove ci fosse la presenza di insegnanti attenti o esperti che individuassero immediatamente casi di bullismo e la presenza di sostenitori, sarebbe difficile prendere provvedimenti, questo perché il loro comportamento risulta essere meno grave rispetto a quello tenuto dal bullo e dal branco.

Il lavoro per contrastarli è molto difficile, bisogna lavorare soprattutto sull’educazione morale, poiché non si può allargare la maglia dei colpevoli in modo così vasto da coinvolgerli nelle punizioni.Questo rende il lavoro degli insegnanti ancora più complicato di quello che già è. 

 

 

Vai all’articolo successivo

Vai all’articolo precedente

Torna al libro bullismo online

 

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *