cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud

Bullismo protagonisti | Bullismo a scuola

Bullismo protagonisti
Bullismo a scuola

Bullismo protagosnisti
Bullismo protagosnisti

Chi sono i protagonisti del bullismo?

Chi sono i soggetti che prendono parte, direttamente o indirettamente agli episodi di bullismo?


Di seguito l’elenco di tutti coloro che direttamente o indirettamente possono avere a che fare con il bullismo.

 

  • Vittima, chi subisce le prepotenze
  • Bullo, chi attua le prepotenze, a volte non le attua direttamente ma si avvale di uno o più gregari.
  • Leader, figura importante in presenza del bullismo, direttamente perché potrebbe essere proprio il bullo e indirettamente perché la sua presenza in classe può essere determinante, influendo in maniera positiva o negativa sugli eventi.
  • Gregari, sono gli amici del bullo, costituiscono con quest’ultimo il branco, tra di loro c’è il braccio destro. A volte è uno di loro a perpetrare le violenze su commissione del bullo, perché il più forte.
  • Sostenitori, non partecipano direttamente all’azione ma sostengono il bullo, facendo il tifo, applaudendo, sbeffeggiando la vittima.

All’origine di questo comportamento ci possono essere varie motivazioni:

    • Antipatia per la vittima
    • Desiderio di entrare nelle grazie del bullo
    • Coinvolgimento psicologico alla massa o alla situazione

I motivi per cui non intervengono potrebbero essere:

    • Indifferenza sociale
    • Paura del bullo e del branco
    • Mancanza di forza e carisma
    • Pur non condividendo i modi del bullo nutrono antipatia per la vittima
  • Difensori della vittima, si possono contare sulle dita di una mano, possono essere a loro volta deboli, incapaci di intervenire, troppo piccoli rispetto al branco. Nei pochi casi in cui un soggetto carismatico prende le difese della vittima per quest’ultima la vita a scuola può migliorare significativamente. Da sottolineare, inoltre, che spesso a difendere la vittima sono più disponibili gli individui di sesso opposto.
  • Emarginato violento, pur non essendo direttamente connessa con il bullismo, in alcuni casi, questa figura, a seconda dei casi, può diventare sia bullo che vittima di bullismo.
  • Insegnanti, in presenza di insegnanti attenti e ben formati i casi di bullismo sono rari, purtroppo molto spesso gli insegnanti acutizzano il fenomeno per vari motivi:
    • Mancanza di formazione adeguata
    • Incapacità di affrontare il problema
    • Indifferenza sociale
    • Ridimensionamento della problematica
    • Stress personale o dalla vita scolastica
    • Antipatia per la vittima
    • Simpatia per il bullo (vedi carisma del bullo)
  • Altre figure presenti nella scuola, il personale tecnico, i collaboratori scolastici, il personale assistenziale, persone che in generale bazzicano nella scuola. Spesso non intervengono ritenendo le prevaricazioni semplici contrasti tra bambini o intervengono in maniera errata.
  • Dirigente scolastico, in genere è interpellato quando ormai i casi sono conclamati o di difficile soluzione. A volte scarica il problema sugli  insegnanti, rimproverandoli di non essere competenti. Altre volte si affida a personale titolato come psicologi o sociologi che non hanno mai studiato il fenomeno in maniera approfondita. Singolare è il fatto che la maggior parte dei dirigenti scolastici affermi con ostentata sicurezza che nella propria scuola non ci siano casi di bullismo.

 

Vai all’articolo successivo

Vai all’articolo precendente

Torna al libro bullismo online

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *